Divertimento ai matrimoni.
Divertimento: tutto ciò che gli invitati si ricorderanno del vostro matrimonio. Chiudendo quindi un occhio su omelie infinite e cibo di dubbia qualità.

Il matrimonio della sorella è avvenuto ed è oramai alle nostre spalle. Mi sono divertita un mondo, contro ogni aspettativa.

Non sempre, però, mi è andata così bene.

Negli ultimi anni infatti mi sono sciroppata un po’ di matrimoni (da invitata, chiaro). Qualcuno migliore, qualcuno peggiore… Cosa ha fatto la differenza?

Ve lo dico io.

Se state azzardando di convolare a nozze assicuratevi che in tutta la giornata non manchi un elemento: il divertimento.

Ho capito infatti che qualcosa andrà sempre storto.

Pianifica pure quanto ti pare, non sarà mai tutto perfetto o secondo la “scaletta”.

Però, se mettete insieme le persone e le unite con della ottima musica – magari prima scegliete bene gli invitati – allora siete in una botte di ferro. Ci vuole la vostra autenticità. Dovete metterci il cuore in questo matrimonio.

Mi raccomando: esagerate con il divertimento, quello vero e sincero.

Affinché parenti e amici si ricordino solo di quanto hanno bevuto, riso e ballato. Di quanto si siano lasciati andare partecipando della vostra felicità.

Ripeto: divertimento e felicità autentici.

Il che è ben diverso da sorrisi finti, giri di cortesia tra tavoli e parole di circostanza con parenti mai visti. Per non parlare degli amici di amici di amici che uno si è sentito costretto ad invitare.

Gli orrori che non riesco a scordare…

Così e solo così io mi dimenticherei di omelie al limite del trash, giochi triti e ritriti, flora & fauna varia che sbuca dal nulla. Ma anche cibi di dubbia qualità o proprietari di ristoranti che non conoscono il sorriso, persino di luci spente presto e…

tutti a casa che si è fatto tardi!