Intervista rilasciata a Io Donna 👉🏽 Emma Bonino: «Non ho figli perché non so dire per sempre»

Consiglio di leggerla tutta, ovviamente, ma ne cito volentieri alcuni passi.

〰 Lei fuma ancora? «Sì, per fortuna il mio tumore non c’entra con le sigarette». Quando parla della malattia, pochissimo, c’è sempre un “per fortuna” che si accompagna come un mantra: «Per fortuna a quel punto avevo un sacco di tempo per curare questo terrazzo e con una sedia a rotelle passavo da una pianta all’altra».

〰 A Milano ho conosciuto un ragazzo che scaricava cassette ai mercati generali. Scade il suo permesso e il proprietario della casa gli triplica l’affitto. Ora dorme alla stazione centrale, un misto di povertà italiana e straniera che chiede l’elemosina, ciondola, dà fastidio.

〰 Nel 2018 gli sbarchi sono drasticamente diminuiti a 16.316, non c’è nessuna invasione. Al contrario, noi abbiamo bisogno di loro, siamo in un declino demografico spaventoso. La paura è un ottimo strumento elettorale, pessimo per governare.

〰 Per me la politica radicale è una passione. La faccio come posso. Da commissaria europea, da ministro, da semplice militante.

〰 Marco [Pannella, ndr] non era mediocre, mai. GiĂ  nell’82 diceva: «Se non ci occupiamo dell’Africa, l’Africa si occuperĂ  di noi». E così sta avvenendo. […] La sola speranza è nell’emancipazione delle donne. Le ragazze devono rimanere a scuola così non cominciano a fare figli a 13 anni.

〰 E l’emancipazione delle italiane? Lei è entrata in parlamento a 28 anni, nel 1976 un record assoluto.
Quell’anno eravamo in sessanta, un boom. E il posto era così poco attrezzato che i bagni femminili non erano previsti.

〰 Leader femminili qui in Italia non se ne vedono nemmeno ora.
Si sbaglia, va bene anche la leadership purché tu non abbia potere vero. Dappertutto: quante dirigono un giornale quotidiano? Zero. Quante sono rettore d’università? Due o tre. Nelle banche stessa cosa. Ok lavorare, ma innanzitutto sei moglie e madre, badante, colf. E a molte piace.

〰 Ho avuto altre due relazioni importanti nella mia vita, convivenze mai. Ci vuole troppo autocontrollo.

〰 Il Sessantotto compie 50 anni. Come ricorda il suo?
Non ricordo nulla, passò accanto senza che me ne accorgessi. Ero alla Bocconi.

Ero molto inquieta: […] cominciai fare politica con Adele Faccio contro l’aborto clandestino e finii in prigione. Capii quello che volevo fare: cambiare il mondo, niente di meno.

〰 Tutto era nato dal suo di aborto: s’è n’è mai è pentita non avendo avuto figli dopo?
No. Non li ho avuti per scelta. Ci vuole molto coraggio, con un figlio bisogna sapersi dire “per sempre”. Io non ci sono mai riuscita.

〰 Ha appena compiuto 70 anni. Si chiede mai il senso di quello che ha fatto?
Sempre, anche adesso. Mi dico: hai giocato tutto quanto avevi, e non è andata. Cammini per strada e sembri la madonna pellegrina, ma poi non ti votano. Non un grande stimolo per continuare.