Caro Diario e cari lettori,

Oggi ci tengo a raccontarvi del collega che parla.

Parla come, vi chiederete voi?

Parla e basta. Normalmente.

Parla di argomenti vari tra loro, parla senza tenere comizi, senza voler impressionare chi gli sta davanti. Parla evitando la small talk. Parla con un lessico adeguato. Parla senza offendere qualcuno, qualcosa o un gruppo. Parla senza adottare luoghi comuni. Parla senza essere approssimativo. Parla di cinema, sport, economia. Parla spontaneamente, per il gusto di conversare. Parla in modo pulito, sobrio. Parla come una persona normale.

Quindi?

Quindi niente. Vorrei solo celebrare la presenza di una persona che mantiene viva la mia fede nelle capacità cerebrali e comunicative dell’essere umano; la speranza che io possa imbattermi in sempre più persone come lui, che io possa incontrarmi di nuovo e più spesso con gli amici e le amiche come lui. La speranza che non tutto è perduto.

Buona serata 😊

Maria.