Caro Diario, dopo una giornata di lavoro riesco solo a mangiare cioccolata e ballare. Ballare ed ignorare così i panni, la cena, l'allenamento...

Caro Diario,

Sono indisciplinata. Non posso farci niente, tranne che accettarmi per quella che sono, sebbene sia pressoché impossibile far pace con me stessa quando sono proprio io a mandarmi in tilt. Ad ogni modo…

Esempio fresco di settimana numero 1. Non riesco a fare ginnastica tot volte a settimana e non è scontato che approfitti di quel giorno in cui ho relativamente meno da fare, in cui le condizioni sarebbero veramente perfette. Perché, se sento il bisogno di buttarmi sullo studio e sulla ricerca, in men che non si dica sono le h 19 passate. Oramai troppo tardi per lo sport. Naturalmente il giorno dopo rimpiangerò amaramente di aver fatto di testa mia ancora una volta.

Esempio fresco di settimana numero 2. Arrivo a casa dopo otto ore in ufficio e cosa faccio? Mi alleno (abbiamo capito che non sarà così), piego i panni, preparo la cena con un certo anticipo, mi doccio per tempo? Nossignore. Metto un disco vintage assolutamente delizioso e ballo. Ballo con i vestiti che ho addosso senza preoccuparmi che dovrò metterli a lavare subito dopo.

Ignoro le cose da fare, la costanza da mantenere in certe attività. Tralascio la cucina, la meditazione, tralascio i panni e chi per loro.

Ingurgito un cioccolatino che sa di menta e ballo, ballo mentre ascolto questo disco che adoro.