Un cane felice - Al contrario di Gastone, sfortunato pastore tedesco.
Ogni cane meriterebbe di essere felice, amato, curato e protetto. A Gastone, un bel pastore tedesco, non è andata così bene.

Ogni cane meriterebbe di essere felice, amato, curato e protetto.

A Gastone, un bel pastore tedesco, non è andata così bene.

Ero appena uscita da casa di mia mamma quando ho sentito il botto di una macchina che sbatte contro qualcosa e, pochi secondi dopo, il lamento di un cane. Era lui, Gastone, colpito ad una zampa. Si girava su se stesso, tutto preso dal dolore. E pensare che l’auto non andava neanche veloce.

Gastone era scappato dal recinto per seguire il suo compagno, un bastardino grigio sempre in giro, arrivando così su stradone molto trafficato. Era la prima volta che fuggiva da lì.

I loro padroni non si curano del fatto che il loro cane vada sempre a zonzo. Forse non si rendono conto che, in queste condizioni, costituisce un grave pericolo per sé, per gli altri cani e per chi passa.

Così Gastone è stato preso in cura, ricoverato in clinica grazie all’arrivo delle autorità competenti, ma è sopravvissuto a stento fino alla mattina successiva. Poi se n’è andato.

Se adottiamo un cane dobbiamo farlo con spirito di responsabilità, amore e dedizione.

A che serve averne uno se lo lasciamo al gelo, se non lo teniamo pulito, se non abbiamo il tempo per assicurarci che sia al sicuro? Perché prendere un cane solo per moda, o per addestrarlo in modo violento? Perché permettere che ci abbandoni in un modo così assurdo?